Domande singole

Tenete p.f. presenti in particolare i seguenti punti:

  • L’istituto di previdenza è soggetto all’obbligo di contribuzione anche quando le sue prestazioni sono riassicurate presso una compagnia d’assicurazioni e questa eventualmente paga le prestazioni direttamente agli assicurati.
  • Si ha una promessa di prestazioni regolamentari non solo quando esiste un Regolamento in senso formale. Una tale promessa esiste anche nel caso in cui si sia in presenza di una prassi generalizzata in forza di decisioni del competente comitato di fondazione o di una decisione senza riserve riguardante prestazioni periodiche (rendite) assegnate a tempo indeterminato.
  • Le prestazioni puramente facoltative non devono essere conteggiate con il Fondo di garanzia. Una prestazione di rendita è facoltativa solo nel caso in cui sia stata decisa con una corrispondente riserva e può perciò essere nuovamente bloccata in ogni momento.
  • Non ha invece un ruolo decisivo, nella risposta sul quesito dell’obbligo di contribuzione di un istituto di previdenza, il modo di finanziamento delle prestazioni. Questo può anche essere puramente padronale.
  • Non ha alcuna importanza anche se vengono corrisposti (ancora) dei contributi. Ecco perché, per esempio, anche dei rapporti previdenziali risalenti a prima del 1985 e che con l’introduzione della LPP non sono più stati continuati (inattivati), sono soggetti all’obbligo di conteggio.

Per eventuali domande riguardanti l’obbligo di conteggio con il Fondo di garanzia, vi preghiamo di rivolgervi all’Ufficio di Direzione.